Primavera in arrivo: come affrontare il cambio armadi

Con l’arrivo della primavera, arriva anche il “temutissimo” cambio degli armadi. È tempo di togliere maglioni di lana, cappotti e stivali per far posto a t-shirt, abiti leggeri, sandali e canotte. Ma come lo si affronta, il cambio degli armadi? Come organizzarlo in modo pratico e veloce, senza troppo stress? Vediamolo insieme.

Fai pulizia

La prima cosa da fare è tirare fuori tutto dal tuo armadio: è questo l’unico modo per fare veramente una pulizia profonda. Non importa quanti vestiti e accessori hai. La regola è sempre la stessa: se un capo non lo metti da anni, e non hai intenzione di indossarlo, regalalo, vendilo oppure gettalo via a seconda delle sue condizioni.

Liberare spazio eliminando ciò che non serve più aiuta a stare meglio, rende il tutto più ordinato, e ti consente di fare una cernita dei tuoi capi. L’obiettivo, in fondo, deve essere quello di tenere in armadio solo i capi che davvero intendi indossare, avendoli tutti a portata di mano.

Una volta che l’armadio è completamente vuoto, e che hai deciso cosa tenere, puliscilo per bene rimuovendo polvere e sporcizia: puoi utilizzare una piccola aspirapolvere, oppure un panno catturapolvere, e poi passare un panno umido per eliminare i residui. Tira fuori dunque i tuoi capi primaverili ed estivi e, prima di riporli nell’armadio, assicurati che siano puliti. Se devi lavarli, fatti aiutare dalle Color Bag: potrai lavare in un unico lavaggio vestiti bianchi e colorati, risparmiando energia, acqua e detersivo (ti basta riporre i capi bianchi in una busta, e quelli colorati in un’altra). I capi invernali, che andrai a riporre in scatole e sacchetti, spazzolali invece per bene con una spazzola come Pelù Magic Fragrance, al piacevole profumo di pino rosso, o come Pelù Batteristop, pensata per quei capi che necessitano di un trattamento sanificante. I tessuti di lana e le pellicce, invece, passali con Pelù Tarmastop: rimuove la totalità delle larve di tarma, e rilascia estratti vegetali protettivi, per non trovare brutte sorprese l’autunno successivo.

Utilizza al meglio lo spazio

Tutti gli armadi, anche quelli più piccoli, presentano zone non sfruttate. Basti pensare alle ante, spesso ignorate. Utilizza degli organizer, appendendoli direttamente all’anta con dei ganci oppure fissandoli nella parte superiore. Nei loro scomparti potrai riporre scarpe, pantofole, sciarpe e gli accessori più piccoli.

Se il tuo armadio non arriva fino al soffitto, sfrutta anche la parte superiore, utilizzandola magari per le valigie o per i capi che non ti serviranno fino alla prossima stagione, stipandoli con cura in contenitori di tessuto dai toni neutri.

Un piccolo trucco? Per un armadio più ordinato, cambia le grucce. Scegliere un appendino piuttosto che un altro fa una grande differenza. Se non hai molto spazio, opta per le grucce in velluto: tre di esse occupano lo spazio di una gruccia in legno! Sceglile tutte dello stesso colore, e girale nella stessa direzione, per un effetto visivo ancora più piacevole.

Focalizzati sul layout dell’armadio

Anche gli armadi già pronti possono essere modificati per garantire che soddisfino al meglio le specifiche esigenze. Esistono infatti molti accessori per il guardaroba che non richiedono fori. Ad esempio, le mensole sospese in tessuto, che forniscono scomparti aggiuntivi per piegare e raggruppare insieme gli indumenti. Per capire come gestire il tutto, pensa a ciò che ami fare: se il tuo hobby principale è correre o andare in palestra, l’abbigliamento sportivo deve essere facilmente visibile e accessibile. Gli scaffali sospesi sono un’ottima soluzione per oggetti leggeri come leggings da palestra e top sportivi, poiché ti consentono di vedere rapidamente se manca qualcosa, e non ti costringono a cercare per ore ciò che ti serve per allenarti. Se invece il tuo lavoro richiede un abbigliamento elegante, avrai bisogno di molte grucce per giacche e camicie. E, magari, di uno spazio particolarmente lungo per appendere gli abiti lunghi senza rovinarli.

Quando fai il cambio armadio, dunque, pensa alla pulizia e alla praticità: ti semplificherai (molto) la vita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.